martedì, maggio 26

Basta

La verità è una sola ed è inutile continuare a nascondersi.
Non ce la faccio.
Non voglio guarire.
Basta, sono stanca.
Continuo ad angosciarmi e piagere.
Mi sento costetta, impigliata in una storia che non mi appartiene e che mi è imposta.
Basta, davvero.
Sono arcistufa di dover fare ciò che gli altri vogliono, sperano, dicono sia giusto per me.
Io sono così. Ho bisogno del controllo per sentirmi viva, soddisfatta, potente.
Giusta o sbagliata questa sono io.
Io con le mie ossessioni, le mie ossicina e il mio stomaco vuoto. Ma anche con il sorriso, la forza e il temperamento che mi contraddistinguono!
Nella ricerca della MIA felicità fa parte anche questo: perchè continuare a negarlo?
Mi sto facendo del male, niente altro.
Sono stanca di essere ciò che gli altri desiderano. Di accondiscendere a ogni richiesta.
Chi pensa a me?
Nessuno si domanda cosa voglia davvero?
Non ho intenzione di distruggermi, privarmi di ogni forza e speranza. Ma ho bisogno di sentirmi, di riconoscermi nuovamente.
E' troppo sperare di essere accettata per quella che sono?
Non ne posso più di questa maschera. Non mi appartiene!
Io non sono come mi volete voi.
Io sono io.
Giusta o sbagliata.
Io sono io!

Vi abbraccio,
Rox

sabato, maggio 16

E' follia?

Conto ancora, peso ancora, esamino ancora.
Sono ancora qui: identica a un mese fa.
Mi osservo e mi logoro.
Mi assillo e mi giudico.
Lo so, cerco ancora la perfezione.
La voglio, la pretendo.
Ho paura di essere tornata all'origine e di non avere fatto passi in avanti. Di essermi illusa di poter cambiare. Di dovermi risvegliare e di accettare la mia folle natura.
Eppure mi sento meglio. Ho imparato ad amarmi e rispettarmi. Ho iniziato ad assecondare i miei desideri e lottare per non dover rinunciare. Ho scoperto il gusto del cibo e la preziosità di uno sguardo.
Sto cercando di reagire.

E allora???
Perchè tutto questo?
Perchè io?
Perchè?
Perchè?

Ho il terrore di tornare a quell'incubo passato. Il dolore, la fatica, la vergogna, la paura di morire.
No, io NON posso cedere. Io NON devo arrendermi di nuovo!
Non riesco a capire. Cerco le risposte, ma niente sembra soddisfarmi.
Cosa vado cercando in tutto questo controllo? Quale soddisfazione perversa mi impedisce di andare oltre? Come salvarsi quando è così dolce soffrire?

Io devo farcela. Lo devo a ME!

Vi abbraccio,
Rox