martedì, marzo 24

I passi dell'anima...

Ed è così che si ricomincia a vivere.
Ho deciso di iscrivermi ad un corso di danza modern jazz.

Il ballo, in effetti, è stato da sempre un grande sogno. Sin da bambina mi immaginavo di danzare a ritmo di musica, ma la paura di non farcela, di non essere all'altezza, di fallire, sono sempre state più forti della mia volontà.

Ora sento di potercela fare!

Voglio assecondare i miei desideri ed essere davvero felice! Sto cercando di imparare a leggermi dentro, nell'anima, nel profondo. Mi piacerebbe comprendere e decifrare l'emotività che mi spinge ad agire, potermi abbandonare alla gioia di vivere.

Ed è così che mi sperimento ballerina di modern jazz amatoriale...con tanta voglia di imparare e riuscire!

E' bello sentirsi liberi di essere! E' davvero un'emozione fantastica!

Vi abbraccio,
Rox

P.S. non escludo che da settembre mi dedicherò anche alla danza classica o alla danza contemporanea.

UN SOGNO...

mercoledì, marzo 4

Quando la fame non da tregua...

Sono ormai tre giorni che vivo con un continuo stato di appetito: una voglia implacabile di dolci e carboidrati...
Si tratta di una fame quasi morbosa a cui non riesco a resistere, di un bisogno fisiologico incontrollabile, terribile e delizioso, che mi ha completamente destabilizzata e confusa.
Ieri sera ho finalmente scorperto la ragione di tanta sregolatezza, di un'emotivtà dirompente e di una strana agitazione ed inquietitudine che mi stava cogliendo: IO HO IL CICLO.
Si ragazze, avete capito bene. Oggi ho il ciclo mestruale! Si tratta di un segno positivissimo! Sono felice ed orgogliosa del mio corpo: che qualcosa stia finalmente cambiando? Che ci sia un pò di speranza per me?
Mi sento confusa, eppure ciò che provo è una gioia grandissima!! Ho sempre combattuto contro l'amenorrea che mi tormentava da anni e pensare che (forse) tutto questo è destinato a cambiare mi fa sentire nuova.
Mi sento donna per la prima volta e tutto questo mi spaventa e mi piace nello stesso tempo!
Ho sempre desiderato avere un bambino e, un giorno, diventare mamma. L'ho sempre sognato, sin da piccola.
La vergogna di non essere "all'altezza" ha, spesso, troncato questo desiderio nascosto ed ora la speranza di qualcosa di diverso mi fa sentire più forte e consapevole di me, di ciò che voglio nella vita.

RAGAZZE DA ORA SI RIPARTE!
IL NUOVO PIANO PREVEDE SPERANZA E TENACIA!
Ho voglia di vita, ma la paura di crollare di nuovo è forte.
E' solo un capriccio oppure voglio davvero diventare "grande"?

Vi abbraccio forte,

Rox

lunedì, marzo 2

Come riempire un vuoto incolmabile...

Sono stata minacciata di ricovero. Mi hanno schiaffato in faccia la verità: anoressia.
Ed io? DOVE SONO FINITA?
Io ho troppa paura dello stigma. Ho il terrore di divenire una cartella clinica, una patologia diagnostica, un'etichetta sbagliata. Ho il terrore dei pranzi assistiti, delle riunioni di gruppo, delle notti in ospedale.
TROPPO TIMORE DI LASCIARE IL MIO MONDO.
TROPPO DESIDERIO DI NON PERDERE IL CONTROLLO.
Mi sono data da fare e ho ascoltato i consigli. Quelli saggi della mia dottoressa.
E' una professionista molto brava, accogliente e capace e sono felice di essere seguita da lei. Mi sento a mio agio. Mi da fiducia: è un grande esempio di forza, bellezza e determinazione!
Tra gli obiettivi di viaggio abbiamo concordato:
1. Aumentare di peso;
2. Far tornare il ciclo mestruale (un miraggio);
3. Ritrovare la felicità e la serenità tanto attese (mi chiedo se mai lo sia stata!);
4. Risolvere i continui problemi gastrici ed intestinali.
E così sono partiti gli esami ed altri controlli medici, le valagate di integratori, i piani alimentari giornalieri consigliati.
Ho scoperto di essere intollerante in modo grave a moltissimi cibi: latte e derivati, lieviti, oliva e olio d'oliva, manzo e agnello. Devo eliminare tutti questi prodotti dalla mia alimentazione se voglio stare bene, recuperare peso e non affaticare reni, fegato, stomaco.
Come?
La mia dottoressa mi ha consigliato alcuni negozi specializzati dove posso trovare alimenti adatti alle persone come me. Insieme abbiamo costruito un diario alimentare giornaliero, con cibi sostitutivi molto buoni.
Mi sto abituando a "prendermi di nuovo cura di me", a ricercare salute e benessere. Lo devo fare. Sto rischiando davvero troppo ragazze. Gli esami clinici parlano chiaro, ancor più dei medici: il fegato soffre, il cuore è in affanno, i muscoli e le articolazioni stanno cedendo. La carenza di cibo e l'assunzione di alimenti che non posso digerire e quindi assimilare (di cui sono allergica, appunto) mi stavano distruggendo l'organismo e lo spirito.
Sto cercando di recuperare fiducia in me, di accettare il mio corpo, di trovare serenità.
Fatico molto.
E' una lotta controllarmi con il cibo. Con le mie ossessioni.
Non so spiegare bene il perchè, non ho mai avuto di questi problemi, eppure ora mi trovo spiazzata. Passo dal tutto al nulla. Dalla voglia irrefrenabile all'astenia. Dal desiderio al disprezzo.
Qualche progresso, nel compenso, l'ho fatto: da 35 Kg secchi sono passata ad un 39 Kg.
Ed io? IO MI FERMEREI QUI.
Ma dicono che NON può bastare. Che un bmi così basso non è sostenibile. Che devo ritrovare la normalità.
Sento un vuoto profondo che non riesco a colmare. Ed una paura (quella di cambiare, di ingrassare, di non essere perfetta) che non mi abbandona.
Io non vorrei aumentare ancora.
Io mi vedo grassa.
Io ho paura di non essere ancora fuori.
Io lo so: non guarirò MAI.
Vi abbraccio,
Rox

P.S. La connessione internet è ancora out. Scrivo di nascosto dalla biblioteca in Università. Tornerò presto a trovarvi. Vi mando un bacio! Siete stupende!