venerdì, ottobre 31

La speranza...

Oggi mi sento piena di speranza.
Ho voglia di vivere ed affrontare la mia esistenza con occhi diversi.
Mi sento pronta per un inizio che tarda ad arrivare: le forze sono ancora poche, la paura ancora mi pervade, il dolore non molla.
Ma ci sto provando.
Ragazze, non voglio mollare.
Voglio raccogliere un pò di coraggio.
Ho bisogno di un nuovo senso.
Inizio da ora, nell'estremo timore di non farcela.

La Bambina e la Speranza:
La bambina tacque e la ragazza cominciò a raccontare.
"Una ragazza camminava tra le onde della sera, dove il cielo apre i suoi occhi d'ebano alla notte,aspettando il giorno. Quella volta però il sole tradì l'aurora e nonostante la giovane attendesse pazientemente il ritorno della luce si accorse che molto probabilmente non avrebbe più rivisto i morbidi raggi del mattino. Fu proprio in quel momento, nell'istante in cui ella pianse fuori la sua paura,che sentì il cuore invocare a gran voce la sua Musa. Una stella cadde,graffiando il cielo. Anche se le tenebre avvolgevano ogni cosa, la ragazza sapeva benissimo che adesso non era più da sola....Una mano prese dolcemente la sua, scostando l'eterna sera, e in un battito tutto fu abbracciato dalla luce. La giovane non credeva ai suoi occhi e il suo sorriso generò il vento d'estate, che la avvolse. Scostandosi i capelli,pian piano si voltò verso la direzione in cui quella mano l'aveva stretta e le aveva dato il coraggio, le aveva donato l'ossigeno della speranza...E...ciò che vide fece sì che le nuvole corressero via per dare spazio allo splendore della persona accanto a lei. Infatti era stato proprio quello splendore, unito al suo, che aveva reso possibile che il sole tornasse a vivere. Per questo motivo adesso poteva finalmente vedere negli occhi la sua Musa, capace di tanta potenza...quegli occhi che l'avevano incantata, formando un arcobaleno.Quasi si sciolse, quando il ragazzo parlò a lei per la prima volta."Non lasciare andare via i tuoi sogni fanciulla dei mortali...perchè niente è perduto..."
"Perchè? chi sei tu?...e perchè mi parli di speranza?"
"Perchè a volte non puoi vederla bene...ma la speranza non muore mai...è dentro di te."
"Chi sei tu?"
"Sono ciò di cui tu hai bisogno costantemente...fino alla fine del tempo."
"Ma...qual'è il tuo nome?"
"Sono la tua speranza...la tua anima...la tua Speranza."
La ragazza sorrise.
"Per sempre...insieme...e il mio passo scorrerà nell'acqua attraverso le tue parole e si perderà nell'infinito...per poi tornare da me....fino alla fine del tempo."
-Che bella storia...- disse la bambina, meravigliata.
Poi chiese -Sei tu la giovane della Speranza di cui mi hai parlato fino a ora?
-La ragazza sorrise...

Vi lascio con il mio D.A.:
Colazione: 1 yogurt + 10 g di cereali di crusca
Pranzo: affettato di tacchino 50 g + pane integrale 40 g + 1 arancia
Merenda: 2 dietorelle
Cena: minestra di spinaci e prezzemolo + 30 g di pastina + 1 mela piccola

Sono gonfia come un pallone!

Vi abbraccio,
Rossana
P.S. oggi mi sono beccata due complimentoni da alcune amiche:
1) sei dimagrita ancora...
2) sei davvero deperita...
Che dire, ho fatto finta di non aver sentito. Mi chiedo: certa gente conosce il significato della parola "tatto"??

giovedì, ottobre 30

Il dolore...

Mi sono sempre chiesta se il dolore avesse un limite.
Se soltanto si potesse individuare un inizio ed una fine, una profondità oltre cui non è possibile scendere, una lacerazione al da là della quale non v'è più sangue.

Ora credo di avere la risposta: non esiste.

Non esiste fine al dolore o limite che lo possa contenere.
Il dolore permea: invade la mente, il corpo e giunge dritto all'anima.

Ed io?
Me ne resto qui, completamente inerme ed indaffarata nell'inutile (o forse no) tentativo di scorgere, in tanta sofferenza, un percorso alternativo.
Cerco disperatamente una nuova via lungo cui dirigermi.
Tento ancora di alzarmi, di ritrovare le forze e farmi coraggio.

Ne sono certa: sto crescendo molto in questo periodo.
Sto finalmente imparando a vivere.
Sta maturando in me la voglia di cambiare rotta: direzionare il mio sguardo verso ciò che davvero conta nell'esistenza: l'amore, la vita, la felicità, l'attimo, gli abbracci, i sorrisi, le lacrime...e ancora l'amore.

Vorrei che nulla fosse accaduto. Ma l'impossibilità di fermare il tempo mi obbliga a voltarmi e proseguire.
Ma quale direzione potrei mai prendere?

Vi abbraccio,
Rossana

P.S. Grazie del vostro sostegno e della vostra vicinanza. Siete preziose!

domenica, ottobre 26

41.0

Che fatica...
Ragazze sono davvero priva di energia.

Non ho neppure la forza per scrivere qui sul blog: scusate la mia assenza, se non sono ancora passata a trovarvi! Ma questo è davvero un periodaccio!
Purtroppo la situazione non sta migliorando come dovrebbe ed io sto perdendo completamente le forze.

Mi sento vuota dentro.

Oggi dopo una giornata intera in ospedale sono rientrata a casa stremata: per un momento ho avuto la paura di sentirmi male e svenire. Solo mezzo cucchiaino di miele e un sorso d'acqua mi hanno ritemprato un pò, dandomi la forza per cenare.

Credo che tutta questa sofferenza stia peggiorando fortemente il mio delirio alimentare.
Me ne sto rendendo conto: sto davvero male.
NON ho più il controllo e mi sto privando di tutto.
Ieri sera al pub ho ordinato un succo d'ananas 100% che ovviamente NON sono riuscita a bere (se non due sorsi iniziali) perchè ossessionata dalle calorie che avrei ingerito.
Tutti mi raccomandano di mangiare.
Tutti mi offrono caramelle e cioccolato.
Tutti mi controllano.
Tutti mi osservano.
Nessuno mi lascia in pace.
Spero di uscirne presto e di poter tornare alla "normalità", anche se so che questo problema col cibo non riuscirò a superarlo MAI completamente.
Vorrei che nulla fosse accaduto.
Vorrei che lei tornasse vicino a me.
Vorrei donarle tutta la mia energia.
Vorrei stare meglio, ma la paura di ingrassare è troppa.
Ho bisogno di voi!
Vi abbraccio,
Rossana

P.S. Ringrazio il cielo di avere il mio amore accanto.
E' la persona più stupenda del mondo.
Riesce a farmi vivere.
Mi da tanta forza.
Io lo amo tantissimo!

domenica, ottobre 19

41.3

La persona più stupenda e preziosa della mia vita se ne stava andando per sempre.

Ora combatte ed io lotto insiema a lei.
Perchè la amo troppo.
Perchè non ci può lasciare.
Perchè ce la deve fare.

Ragazze, sono stremata. Sto trascorrendo dei momenti terribili. Mi mancano le forze. Ho bisogno di voi.
Ho tanta paura.

Vi abbraccio,
Rossana

giovedì, ottobre 2

42.5

Ragazze vi saluto!
Questa notte finalmente si partirà: 1o giorni di relax, sole e sbadigli mi aspettano!

Tutto sta procedendo come deve: in mattinata sono stata indaffaratissima, ma ho finalmente terminato l'acquisto delle ultime cosine.
Questo pomeriggio mi attenderà la valigia: è davvero strano pensare di metterci shorts e bikini con questo tempaccio autunnale!

Il peso è in graduale miglioramento, e nonostante sia gonfia come un pallone (il solito problemino sembra persistere...purtroppo! Qualcuna di voi ha qualche consiglio? Cosa posso portarmi in vacanza per ovviare il disturbo? Pastiglie? Tisane? Help me!), oggi la bilancia misurava 42.5 Kg.

Per il momento sospendo altri obiettivi, spero soltanto che al ritorno dalle vacanze non dovrò faticare troppo per tornare al top!

Vi abbraccio,
Rossana

P.S. sono certa mi mancherete moltissimo! Vi penserò, promesso!